Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Birth Date*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Already a member?

Login
3408165071 infomangotour@gmail.com

Bologna e il Carnevale di Cento

0
Prezzo
Da170€
Prezzo
Da170€
Il tuo nome*
La tua Email*
Il tuo messaggio*
* Accetto i termini e condizioni e policy sulla privacy del sito
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step
Save To Wish List

Adding item to wishlist requires an account

75
Data: 27/01/2024

Partenza e ritorno

27-28 gennaio

Quota di partecipazione (Minimo 30 partecipanti)

€ 170

La quota comprende: Viaggio in bus gran turismo, snack e intrattenimento a bordo, 1 notte in hotel 4* in una posizione centrale a Bazzano in mezza pensione, nostro assistente .
La quota non comprende: Mance, pasti e bevande ed extra di carattere personale.
Spese aggiuntive: Quota iscrizione € 25, quota assicurazione € 20, supplemento singola € 30 

Descrizione
Bologna è situata tra le montagne dell’Appennino tosco-emiliano ed il cuore della Pianura Padana. 
Città d’arte, cultura e commercio con un’efficiente struttura fieristica e una rinomata tradizione manifatturiera e motoristica, Bologna è nota per i quasi 40 km di portici, i più lunghi del mondo e recentemente nominati patrimonio UNESCO.
Chiamata anche la “Dotta”, per via della sua antica Università, e la “Grassa” per la sua gastronomia, la città si fregia del titolo “Città creativa della Musica UNESCO” e vanta un centro storico medievale tra i più estesi e meglio conservati d’Europa, brulicante di locali, osterie, teatri e botteghe. Patria di grandi artisti tra cui Giorgio Morandi, Guido Reni, i Carracci, Guercino, Aspertini, il suo fascino ha catturato anche personaggi illustri come Mozart, Carducci, Dante, Rossini e il Nobel per la Fisica, Guglielmo Marconi.
Un weekend che ha il sapore di cultura e anche divertimento…visita infatti di Cento per il suo storico Carnevale. Del Carnevale di Cento si hanno notizie già dal 1600 grazie ad alcuni affreschi del famoso pittore centese Gian Francesco Barbieri detto il “Guercino”. Nel 1615 il Guercino raffigurò feste e manifestazioni nei suoi affreschi. Il carnevale fu causa di abusi e violenza, per questo furono emanate Notificazioni dal Governatore e dal Gonfaloniere. Non si hanno documenti relativi al periodo anteriore alle guerre, ma si può affermare che proprio in quell’epoca sia avvenuto il trapasso dall’antica tradizione di soggetti fiabeschi all’adozione di mascheroni rappresentanti personaggi e atteggiamenti dell’epoca.

 

ITINERARIO
1 ° giorno: partenza di buon ora dai punti di ritrovo. Direzione BOLOGNA .Capoluogo della Città metropolitana e della regione Emilia Romagna. Bologna merita sempre una visita del suo centro storico e della bella Piazza Maggiore dove palazzi medievali, testimoni della vivace vita pubblica e di un’intensa attività economica, si coniugano perfettamente con la modernità, conservando il loro fascino antico. Ne è l’esempio Palazzo D’Accursio, sede del Comune, all’interno del quale troviamo la moderna Biblioteca multimediale Salaborsa in stile liberty e gli scavi archeologici romani visibili da un moderno pavimento in vetro. Dal cortile interno invece si accede tramite lo scalone dei cavalli alla Sala Farnese, dove si accede alla Collezioni Comunali d’arte e alla Torre dell’Orologio.
Tra i simboli di Bologna si annoverano la Fontana del Nettuno del Giambologna e le torri medievali. Fra tutte, si innalzano maestose le Due Torri, quella degli Asinelli (98 metri) e la sua “gemella” Garisenda (48 metri, citata nell’Inferno di Dante).
L’Alma Mater Studiorum è la più antica Università d’occidente. La sua prima prestigiosa sede, l’Archiginnasio, si fregia di pareti dipinte con stemmi degli studenti e del Teatro Anatomico dove anticamente si svolgevano le lezioni di anatomia con tanto di dissezioni.
Lungo le antiche vie e gli infiniti portici, una meraviglia del tutto inattesa sono poi i canali risalenti al XII secolo e visitabili anche nei percorsi sotterranei.
Un ricco patrimonio di opere artistiche è racchiuso nei suoi numerosi Musei e Gallerie, così come nei molteplici edifici religiosi tra i quali primeggiano il Complesso di Santo Stefano; quello di San Domenico che custodisce l’arca marmorea con le spoglie del Santo, opera di Nicolò dall’Arca con sculture di Michelangelo, e infine Santa Maria della Vita, che vanta un altro capolavoro di Niccolò dell’Arca, il gruppo plastico della Pietà.
Pranzo libero, check-in, cena e pernottamento in hotel.
2° giorno : colazione e check- out. Trasferimento a Cento, a circa 35 km da Bologna.

Agli inizi del 1900 i Centesi pensarono di creare un proprio re a simbolo del carnevale Centese. Questo personaggio doveva rappresentare la coscienza dei suoi concittadini. Nacque così Tasi, Luigi Tasini, che un tempo era realmente esistito e stimato.
Le società carnevalesche si ricostruirono nel 1947, alcune tuttora attive e presenti nelle sfilate delle domeniche invernali centesi. La festa ha mantenuto i connotati della manifestazione tipicamente locale sino alla fine degli anni ‘80 quando è iniziata una vera e propria rivoluzione. Ivano Manservisi, il patron, nel 1990 ha preso in mano le redini del Carnevale facendogli compiere passi da gigante, recuperando quell’entusiasmo che si era assopito, fino a portarlo ai vertici internazionali grazie anche al gemellaggio con il Carnevale di Rio de Janeiro, il più famoso del mondo. Nel pomeriggio partenza per Torino e rientro previsto per l’ora di cena.

Partenze da Pianezza rotonda di Cassagna e Beinasco Strada Torino 90 

Foto

Proceed Booking